The Residences

Casa L'Orto

Costruita nel 1700 dagli antenati di Carol LeWitt, moglie dell’artista americano Sol LeWitt, la casa sorge a Praiano nei pressi di Torre a Mare, antica torre di avvistamento spagnola. La sua bellezza e il senso di pace che si respira tra le sue mura conquistano immediatamente l’artista quando, intorno alla metà degli anni ’70, inizia a frequentare il paese di Praiano, borgo di pescatori incastonato tra Positano e Amalfi.

L’artista instaura sin da subito un legame profondo con quella casa: proveniva da una famiglia ebraica che aveva vissuto in diverse parti del mondo e amava l’idea di una casa appartenuta per secoli alla stessa famiglia.

He also wanted to open his house to artists and thought that Praiano was the ideal place. Together with his wife Carol and his family, LeWitt thus restores the space by creating an organic garden arranged along the thirteen terraces surrounding the house and giving the house its name, Casa L’Orto.

Per la villa di Praiano, Sol LeWitt intendeva realizzare un’installazione di sculture che non sarà mai realizzata a causa dei vincoli paesaggistici locali; riesce però a progettare due grandi murali interni che non vede mai realizzati poiché saranno completati il giorno della sua morte avvenuta a New York l’8 aprile 2007.

Tra le proprietà dei LeWitt, la casa di Praiano è l’unica a presentare all’interno opere dell’artista. Per la moglie Carol quei murali rappresenteranno sempre «la sua ultima espressione di amore per la sua famiglia e per quella casa».

Sol LeWitt wanted to open his home to artists and thought Praiano was the ideal place.
Back To Top